Una strategia di trasformazione digitale delle PMI per l’acquisizione della tecnologia

10/05/2023

Non basta adottare le nuove tecnologie, bisogna metterle in pratica nel contesto degli obiettivi e dei processi aziendali. Ci si deve quindi assicurare di utilizzare la tecnologia in modo strategico.

Le PMI sono caratterizzate dall’avere costantemente molte parti di esse in continuo movimento (che non corrisponde sempre a cambiamento), ma è proprio questo aspetto che ne determina il successo.

Tuttavia, è chiaro che molte PMI faticano a ottimizzare le proprie operations, e non sono in grado di soddisfare le esigenze della rapida trasformazione digitale che viene loro richiesta per competere nel mercato attuale. Questo perché mancano di un piano strategico per la trasformazione digitale. Non dispongono della tecnologia giusta per supportare gli obiettivi o i processi aziendali e non sanno come adottare le nuove tecnologie che possono aiutarle a ottenere un vantaggio competitivo. Hanno bisogno di software che le aiutino a gestire carichi di lavoro crescenti, a comunicare in modo più efficace con clienti e fornitori e a mantenere la conformità alle normative di settore. Inoltre, devono essere in grado di innovare più velocemente che mai. Tutte queste condizioni, insieme, sono necessarie alla loro sopravvivenza.

Qui entra in gioco la strategia di trasformazione digitale.

Non basta adottare le nuove tecnologie, bisogna metterle in pratica nel contesto degli obiettivi e dei processi aziendali. Ci si deve quindi assicurare di utilizzare la tecnologia in modo strategico, in modo che sia davvero in grado di guidare l’innovazione (di prodotto, ma ancor prima di processo) e di aiutare l’organizzazione a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Ma cos’è una strategia di trasformazione digitale? E come si può trovare quella adatta al contesto?

Una strategia di trasformazione digitale è un piano aziendale per l’utilizzo della tecnologia al fine di raggiungere obiettivi specifici. È un processo che inizia con la comprensione della situazione aziendale attuale, quindi definisce i risultati desiderati e infine decide come utilizzare efficacemente la tecnologia per realizzarli.

Il primo passo è capire cos’è una strategia di trasformazione digitale e come si differenzia da una strategia aziendale complessiva. Una strategia di trasformazione digitale si concentra sul modo in cui è possibile utilizzare la tecnologia per innovare più rapidamente, ottenere una migliore comprensione dei clienti e generare nuovi flussi di entrate, e potrebbe non essere la stessa cosa della tradizionale roadmap IT o delle soluzioni incentrate sui fornitori o vendors. Il termine “trasformazione digitale” esiste da oltre un decennio, ma solo di recente è diventato una buzzword (spesso abusata). Se ti stai chiedendo cosa significhi, si tratta del processo di sfruttamento della tecnologia per rendere l’azienda più agile, efficiente e redditizia. Ciò comporta l’adozione delle tecnologie esponenziali come il cloud computing, l’intelligenza artificiale (AI), il machine learning (ML) e la blockchain, nonché la reingegnerizzazione dei processi esistenti per renderli più compatibili con il digitale. Una strategia di trasformazione digitale è un piano che delinea come l’azienda utilizzerà la tecnologia per migliorare i processi aziendali e raggiungere i propri obiettivi. Si tratta di identificare le aree di opportunità, come l’esperienza del cliente, la gestione delle prestazioni o la gestione del rischio, e quindi di creare una roadmap per sviluppare le capacità necessarie a sfruttare tali opportunità.